Massimo D'Antona
Massimo D'Antona
.

X ANNIVERSARIO DELLA SCOMPARSA DEL PROF. MASSIMO D’ANTONA
Cerimonia di commemorazione e consegna del
“Premio MASSIMO D’ANTONA"
Il Ministro Sacconi: Non siamo in presenza delle condizioni di tensione di quella volta ma la guardia non deve essere abbassata

Si è svolta il 20 maggio scorso, nel X anniversario dell'uccisione di Massimo D'Antona, presso il salone delle riunioni del Ministero del Lavoro, la cerimonia di commemorazione e la consegna del "Premio Massimo D'Antona".


Un particolare ringraziamento va rivolto alla
Commissione scientifica per la valutazione degli elaborati e l’attribuzione dei Premi.
La Commissione era composta da:

- Dr. Paolo Reboani, Presidente
- Dr.ssa Matilde Mancini
- Prof. Michele Tiraboschi
per il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali  

- Dr.ssa Paola Chiari
- Dr. Massimo Pianese
per la Fondazione D’Antona


Presenti, fra gli altri, il Ministro del Lavoro, Sen. Maurizio SACCONI, Esponenti delle Associazioni dei datori di lavoro e delle Organizzazioni sindacali confederali e categoriali, Direttori Generali, Dirigenti e Funzionari  del Ministero del lavoro, ed il Comandante dei Carabinieri per la tutela del lavoro.



Fabrizio Marozza

Antonello Olivieri
Antonello Olivieri .

Presenti per l'occasione, naturalmente, i due vincitori del premio Massimo D’Antona, il Dr. Antonello OLIVIERI e il Dr. Fabrizio MAROZZA. Il Premio, istituito nel 2007, è frutto della collaborazione tra il Ministero del Lavoro e la Fondazione Prof. Massimo D’Antona, che in questo modo hanno inteso rendere onore a colui che fu, da ultimo, docente di diritto del lavoro all'Università "La Sapienza" di Roma e Consigliere del Ministro del lavoro, assassinato da un commando terrorista il 20-5-1999.

“E’ necessario ricordare Massimo D’Antona – ha dichiarato il Ministro Maurizio Sacconi, intervenendo nel corso della cerimonia - non solo per l’efferato delitto in cui è caduto per mano di un gruppo brigatista ma anche per la sua azione illuminata, per le opere che ci ha lasciato e per la sua visione del mondo del lavoro profondamente riformista.”

“Egli – ha aggiunto il Ministro – era impegnato ad accostare, quanto più possibile, il lavoro pubblico al lavoro privato ed aveva anche incoraggiato le OO.SS. a firmare l’intesa che aveva poi dato luogo all’avvio del procedimento normativo che ha poi portato alla approvazione del Decreto Legislativo 29.”

“Il fenomeno del brigatismo – ha detto ancora il Ministro - non è più presente nel nostro Paese con la capacità militare che ha portato ai delitti di D’Antona, Biagi e Tarantelli; tuttavia, è indispensabile tenere alta la guardia.”

“In queste occasioni é indispensabile però – ha concluso il Sen. Sacconi - non solo non dimenticare il modo odioso che ha contrassegnato la scomparsa di Massimo D’Antona ma anche e soprattutto ricordare la sua opera, la sua intelligenza e tutto quello che ci ha lasciato. La istituzione e l’assegnazione dei premi alla memoria a due giovani laureati è, oggi, un modo importante per incentivare l’attività di studio di coloro che sono impegnati nella attività tracciata da Massimo D’Antona”

Anche Claudio Palmisciano, Presidente della Fondazione Prof. Massimo D’Antona, nel suo intervento di apertura della cerimonia ha tenuto a sottolineare l’impegno del giurista scomparso che era “profondamente impegnato a spingere le scelte della politica affinché fosse introdotta una cultura di piena omogeneizzazione delle regole che regolano il rapporto di lavoro nel settore pubblico ed in quello privato”
“Massimo D’Antona – ha aggiunto ancora Palmisciano – a conclusione del processo di delegificazione del rapporto di pubblico impiego, guardava al Ministero del Lavoro come luogo unico di governo delle dinamiche di tutto il mondo del lavoro”

“Oggi – ha concluso il Presidente della Fondazione – nel decimo anniversario della sua scomparsa, abbiamo il dovere di ricordarlo e commemorarlo e, insieme a lui, tutti quei professionisti e studiosi – fra cui Marco Biagi ed Ezio Tarantelli – che hanno lavorato a fianco della politica e del sindacato e che hanno visto stroncata la propria vita perché portatori di idee nuove per uno Stato migliore”
 
*******


Maurizio Sacconi
Maurizio Sacconi

Claudio Palmisciano
Claudio Palmisciano
.

LINK CORRELATI


Intervento
Ministro Sacconi

Intervento
Palmisciano

Premiazione
F. Marozza

Premiazione
A. Olivieri

Invito

Tesi
F. Marozza

Tesi
A. Olivieri

Giudizio
F. Marozza

Giudizio
A. Olivieri

Foto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Fondazione Prof. Massimo D'Antona (Onlus)
Via Quintino Sella, 23 - 00187 ROMA

Tel. e Fax: 06.4741079 - E-mail: info@fondazionedantona.it